BoomDaBash - Radio Revolution (Soulmatical 2015)

Radio Revolution, the new record by the Boomdabash, is a reggae/dancehall album contaminated both in the undertones – it refers to pop with taste, without forgetting the salentine musical roots and the rhythms on the upbeat peculiar to Jamaican tradition – and in the contents, ranging from themes of social commitment ( the group is always frontline in different campaigns for the safeguard of the territory and public health), to more funny tunes, so that Radio Revolution can be summarized into 3 macro topics: merriment, commitment and love.

A record which sets to music the creed of the Boomdabash, that is “music can change the world”, a real warning addressed to themselves as artists and to the other musicians to devote their talent and visibility in the service of social relations and common good. An imperative to act, a stimulus for young people to commit to changing the order of things and commonplaces. But it is also an album which sings sentiments (love above all) and tells the Caribbean soul of Salento.

In the end an album which sees among the featuring J-Ax (in the song “Il solito italiano") and  Alessandra Amoroso ( in the tune “A tre passi da te”), collaborations which makes the work more mainstream of the salentino group, besides the Bluebeaters (combination in “ Il sole ancora” edited with relative video) https://youtu.be/nyiDhHFvNA0 

Welcome back Boomdabash! Radio Revolution is a big album...check it out!

 

Tracks

01. Radio Revolution 3:31
02. Il Sole Ancora feat. the Bluebeaters 3:42
03. Survivor 3:34
04. Tigers & Lions 3:19
05. A Tre Passi da Te feat. Alessandra Amoroso 3:34
06. Mr. President 3:07
07. Reggae Ambassador 3:09
08. Il Solito Italiano feat. J-Ax 3:24
09. Comu in Giamaica 3:06
10. General 3:46
11. Street Complication 3:18
12. Marry You 3:24
13. Un Attimo 3:29
 

http://www.boomdabash.com/

About the Author

BoomDaBash

BoomDaBash

Boomdabash vede la luce nel lontano 2002 come un classico jamaican sound system,fondato e messo al mondo da Blazon, attuale dj, sound engineer e produttore del quartetto. Lentamente Boomdabash muta, cambia progressivamente i connotati, percorrendo un sentiero di evoluzione artistica che lo guidano verso la realizzazione del primo lavoro ufficiale, "UNO"(2008 ELIANTO EDIZIONI). Del sound system ormai c'è rimasto ben poco e dopo l'incontro con Treble (ex Sud Sound System), Boomdabash diventa un gruppo musicale a tutti gli effetti. Blazon, Biggie Bash e Payà (i due cantanti) e Mr.Ketra, talentuoso beatmaker abruzzese iniziano la loro avventura nella reggae music, adesso attivamente e con maggiore coscenza. Il disco d'esordio riscuote un feedback tanto enorme quanto inaspettato, per certi aspetti. Cio' che colpisce è la freschezza dello stile, il modo innovativo di guardare al reggae, le produzioni ricercate e la scelta di usare contemporaneamente due lingue, il patois jamaicano ed il dialetto salentino, per esprimersi e comunicare. Tutto questo fa dei 4 ragazzi del sud una delle piu' solide e apprezzate realtà della penisola. Durante gli anni chi ha conosciuto Boomdabash ne apprezza la duttilità musicale, l'attenzione verso il sociale e la capacità di innovarsi e rinnovarsi. A distanza di tre anni dalla fortunata uscita del primo lavoro, nel Maggio 2011 i Boomdabash danno alla luce il loro secondo lavoro, "Made in Italy", anticipato dalla hit track "Murder" che porta la band sul palco degli Mtv Days a Torino, dove conquistano la vittoria dell'MTV New Generation. Da qui parte un percorso di due anni fatto di oltre 100 repliche, un lungo tour per tutta l'Italia, dal nord al sud. “Made in Italy” diventa l’esempio più rappresentativo del processo di maturazione e crescita della reggae band salentina. Un prodotto multiforme, carico di influenze provenienti da differenti panorami musicali che, nonostante la sua eterogeneità, porta con se un inconfondibile aroma di reggae. A giugno 2012 viene rilasciata quella che diventerà una delle hit piu ballate dell'estate salentina e non solo, "Danger" , che porta al gruppo un enorme feedback da tutto lo stivale. L'esperienza della vita però, arriva nell'Ottobre del 2012: l'Hitweek Festival. I Boomdabash infatti, vengono scelti per rappresentare l'Italia in un minitour che li vede protagonisti assieme ad alcuni big della musica italiana (Subsonica, Negrita) di alcuni show negli Stati Uniti, in particolare a New York e Miami. Esportano il loro particolarissimo sound in America, "Danger" entra in rotazione su Mtv Iggy ed in parecchie radio della Florida. Appena tornati, rilasciano "The Message" uno street single con il video girato tra Manhattan e Brooklyn in combo con Dj Double S, uno dei pilastri della musica rap italiana. Quest'ultimo singolo inaugura ufficialmente il percorso che ha portato i Boomdabash al rilascio della loro terza fatica, il tanto atteso terzo disco. Il terzo lavoro si chiama "SUPERHEROES" , Uscito ufficialmente l'11 Giugno 2013 entra sin dal primo giorno nella Top Ten dei dischi più venduti di ITunes Italia. Un disco maturo e completo, innovativo e che ammicca non solo al reggae ma a tutta la musica, con molti ospiti italiani e non che impreziosiscono le 13 tracce rendendole parte di un piccolo capolavoro. Per questo Ultimo lavoro di Boomdabash sono stati prodotti altri tre videoclip, oltre allo street Video di “The Message”. In ordine cronologico : “Sunshine Reggae” è stato il singolo che ha anticipato l’usicta dell’album a Maggio 2013, “Reality show” Che vede la collaborazione con i Sud Sound System, pietra miliare del Reggae Nazionale, uscito a Luglio 2013 e “Somebody to love” ultimo singolo di “SUPERHEROES” presentato nel Novembre 2013. Il “SUPERHEROES TOUR” che ha accompagnato questa uscita discografica ha visto i Boomdabash esibirsi in circa 50 ripetizioni dello show nei 10 mesi succesivi all’uscita, registrando numerosi Soldout in tutta Italia.  Archiviata questa avventura positiva, i Boomdabash sono pronti a ripartire con un nuovo tour a Giugno 2014, Il “ #MAMMALACAPU Summer Tour 2014 ” che verrà anticipato da un Singolo e dal relativo videoclip pronto per l’uscita nei primi dieci giorni di Giugno.